Home

Storia

Servizi

Il territorio

Dove siamo

Prenotazioni

Tariffe

Gallery

  
   

 

             
  
 

 
 
 

 

La Storia

La città di Alessano fu fondata dall'Imperatore bizantino Alessio I Comneno, ma per Alessano il periodo feudale iniziò sotto i Normanni. Nel XIII secolo il paese fu feudo degli eredi di Carlo d'Angiò per passare a Raimondo Del Balzo la cui famiglia detenne il predominio sul paese fino alla fine del 1400. L'unica erede di Francesco Del Balzo, la Principessa Isabella portò in dote al marito il Duca Ferdinando Gonzaga il feudo di Alessano nel 1500.

Il Palazzo sorge nella parte più antica di Alessano, poco discosto dal quartiere di Santa Maria. Viene erroneamente indicato come "Palazzo Gonzaga", ma la sua costruzione risale alla fine del Quattrocento, al tempo in cui Alessano era sotto la signoria dei Del Balzo.

L'insegna di questa famiglia (una stella a sedici punte) è, infatti, visibile alla sommità dell'arco che incornicia una finestra del piano nobile, nella parte mediana dell'edificio. Negli estradossi della cornice si notano due medaglioni scolpiti, i quli ritraggono Margherita e Francesco Del Balzo, le cui iniziali (una "M" ed una "F" divise da una testa alata) compaiono sull'architrave della stessa finestra.

Il palazzo ha subito numerosi interventi nel corso dei secoli, specialmente nei locali posti a pianterreno; conserva la sua primitiva struttura, invece, nella parte centrale del piano nobile e negli ampi e comodi scaloni ad esso accedenti. La bella facciata rinascimentale è chiusa alla vista da un edificio addossato perpendicolarmente al prolungamento laterale del palazzo, fatto eseguire nell'ultimo decennio del '700 dal feudatario del tempo Nicolò Ayerbo d'Aragona, come lascia intendere la scritta che compare su una finestra ("Domus odit amat punit conservat honorabat nequitiam pacem crimina iura probos. A.D. 1794") che, ordinata e tradotta, suona così : "La casa (Ayerbo d'Aragona) non sopporta la malvagità, ama la pace, punisce i reati, mantiene in vigore le leggi, onora gli onesti. Nell'anno del Signore 1794".

Il Palazzo, dopo i Del Balzo, ha ospitato i De Capua, i Gonzaga, i Brayda, i Guarini, gli Ayerbo d'Aragona. Ultimo propritario è stato Antonio Zunica, al quale era stato portato in dote dalla moglie Luisa Riario-Sforza, nipote ex uxore di Giuseppe Maria Ayerbo d'Aragona, ultimo feudatario di Alessano, morto di colera a Napoli nel 1837. Ai primi anni del Novecento, il Palazzo fu comprato da Carlo Sangiovanni, i cui eredi ne sono oggi i proprietari.

 
Palazzo Ducale Sangiovanni s.a.s.
di Sangiovanni Carlo & C.
Piazza Castello 26
73031 Alessano (LE)
Tel./ Fax  +39 0833.781658
Cell. +39 333.5880803
info@palazzoducalesangiovanni.com