La Storia:

La città di Alessano fu fondata dall’imperatore bizantino Alessio I Comneno, ma per il piccolo borgo, il periodo feudale iniziò sotto i Normanni. Nel XIII secolo, il paese fù feudo degli eredi di Carlo D’angiò per passare a Raimondo del Balzo la cui famiglia detenne il predominio sul paese fino alla fine del 1400. Il palazzo sorge nella parte più antica di Alessano, poco discosto dal quartiere di Santa Maria. Viene erroneamente indicato come “Palazzo Gonzaga”, ma la sua costruzione risale alla fine del Quattrocento, al tempo in cui Alessano era sotto la signoria dei Del Balzo. Il Palazzo, dopo i Del Balzo, ha ospitato i De Capua, i Gonzaga, i Brayda, i Guarini, gli Ayerbo d’Aragona. Ultimo proprietario è stato Antonio Zunica, al quale era stato portato in dote dalla moglie Luisa Riario-Sforza, nipote ex-uxore di Giuseppe Maria Ayerbo d’Aragona, ultimo feudatario di Alessano, morto di colera a Napoli nel 1837. Ai primi anni del 900, il Palazzo fù comprato da Carlo Sangiovanni, i cui eredi ne sono oggi i proprietari.

Le Sale:

Il Giardino:

Le Camere: